top of page

Andrea Cardarelli, una vita al cinema.

Cari amici ed amiche di "Mamma esco a Fare Due Passi - Social Radio", questa settimana abbiamo scambiato due parole con Andrea Cardarelli, direttore artistico, critico cinematografico e Vice Presidente Vicario ANEC - Marche.




  • Caro Direttore, innanzitutto, chi è Andrea Cardarelli? - Ciao ragazzi, beh da dove iniziare? Sono prima di tutto UN SOGNATORE. Un sognatore Marchigiano, nato a Porto San Giorgio il 9 Febbraio 1969 e fin da bambino ho sempre amato il mondo del cinema e del teatro.

  • Com'è nata questa passione? - E' nata grazie a miei nonni, che già nel 1974, quindi all' età di 5-6 anni mi portavano al Cinema Italia a Porto San Giorgio, perchè, dove sapere, che mia nonna materna abitava proprio davanti al cinema e quindi ho trascorso interi pomeriggi e serate al suo interno. Ne ho "masticate" di pellicole cinematografiche!!

  • Quali sono i ricordi più belli, della tua carriera lavorativa fino ad ora? - Ne sono tanti, veramente tanti. Quello del 1998, quando abbiamo fondato, con un gruppo di amici, l'Associazione "Il Cielo sopra Berlino", che tutt'oggi vive!! Quello del 2006, quando è nato il "Circolo Metropolis" che gestisce oggi ben 3 sale, due a Fermo ed una a Cattolica. La gestione stessa, della "Sala degli Artisti" a Fermo, mi riempie di orgoglio. Ma i ricordi più belli, non per essere scontato, sono i ringraziamenti che ricevo ancora oggi dalle persone che escono felici dopo aver visto una proiezione cinematografica e mi dicono: "Grazie Andre per ciò che fai". Questo è impagabile.

  • Com'è cambiato il cinema da ieri ad oggi? - Il cinema in se e per se è cambiato poco. Quello che è cambiato è l'aspetto tecnico. Siamo passati dalla vecchia e cara pellicola, ai film che puoi vedere comodamente nel tuo smartphone, ma il succo è sempre lo stesso: se un film è bello rimane bello in tutte le sue forme!




  • Perché secondo te, un giovane dovrebbe "vivere" il cinema, oggi, nel 2024? - Per un motivo semplice: la visione. Al cinema, durante un film e soprattutto dopo, una volta usciti dalla sala, possiamo trovare la visione collettiva, il dibattito, il dialogo, si possono condividere emozioni. Si rafforza il rapporto umano e riesci a vivere di più, ecco, VIVERE. Questo rimarrà per sempre...

  • Top 3 film (stranieri) per Andrea Cardarelli. - In prima posizione metto sicuramente "Il cielo sopra Berlino" del 1974, in seconda posizione piazzo "The Rocky Horror Picture Show" del 1975 e medaglia di bronzo per "Frankestein Junior" del 1974.

  • Invece il film Italiano che più ti ha colpito? - "La messa è finita" del leggendario Nanni Moretti del 1985. Un vero e proprio capolavoro.

  • Già che ci siamo, ti chiediamo anche la tua classifica personale per quanto riguarda i registi. - Al primo posto, in assoluto, il mitico Alfred Hitchcock, conosciuto anche come "Master of Suspense", in virtù dei suoi capolavori thriller. Al secondo posto, il "nostro" Nanni Moretti e infine, al gradino più basso del podio, metterei il tedesco, Wim Wenders. Per un futuro imminente vedo bene Celine Song, giovane regista sudcoreana di Past Lives del 2023.

  • Grazie Andrea del tempo dedicatoci, ci vediamo in sala! - Grazie a voi!!! Colgo l'occasione per ricordare a tutti, che ci sono ancora due appuntamenti del Cineforum "Lab-In" Laboratori Integrati. Il primo, sabato 18 Maggio alle ore 18.30, a Monte Vidon Combatte (FM), con la proiezione del film Jumanji. Il secondo, sabato 25 Maggio alle ore 21.00 a Monterinaldo (FM) con la proiezione del film Nirvana. Ingressi gratuiti.



....LUNGA VITA AL CINEMA E AI SOGNATORI!


86 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page